SONO DEPRESSO, CHE COSA DEVO FARE?


D: Credo di essere depresso, che cosa devo fare?

R: Se pensi di essere depresso, se i sintomi della depressione caratterizzano da qualche tempo la tua vita quotidiana; se hai difficoltà a svolgere quelle attività che prima svolgevi con facilità e/o soddisfazione; se non riesci più a gioire delle cose che prima ti gratificavano e ti davano piacere; se ti senti triste, scoraggiato, demotivato, insicuro; se hai perso il gusto del cibo e se il tuo sonno non è più riposante; se ti sembra di aver sbagliato tutto nella vita; se pensi che il futuro non sia in grado di offrirti più niente di buono; se ti sembra che la vita non abbia più nulla da offrirti e che non valga più la pena di essere vissuta, allora è il caso che tu consulti un medico.

Puoi rivolgerti al medico curante, esporgli i tuoi sintomi ed affidarti alle sue cure.

Se egli ritiene che sia effettivamente presente un disturbo depressivo e ti prescrive un trattamento, devi tener presente che:

  • l’azione terapeutica degli antidepressivi difficilmente si manifesta prima di un paio di settimane e che in questo periodo si possono osservare, invece, gli effetti indesiderati (i quali, comunque, dovrebbero ridursi con il passare dei giorni); solo gli ansiolitici danno qualche sollievo immediato (possono ridurre l’ansia, migliorare il sonno, ecc.) ma solo temporaneo e non ci si può affidare solo ad essi per curare la depressione (se il loro impiego è protratto nel tempo si può stabilire una dipendenza da questi farmaci);

  • la dose dell’antidepressivo deve essere adeguata alla risposta: si inizia di solito a dosi basse (vedi le fasi del trattamento) per aumentarle gradualmente fino a raggiungere dosi sicuramente terapeutiche (tenendo presente la varibilità individuale, approssimativamente si può calcolare che la dose probabilmente efficace si avvicina di più alla dose massima indicata nel foglietto illustrativo che a quella minima);

  • per valutare l’andamento della tua depressione e verificare l’efficacia del trattamento puoi fare riferimento all’albero decisionale;

  • in caso di dubbi e di problemi, rivolgiti sempre al medico, evita per quanto possibile il fai-da-te terapeutico;

  • se dopo un congruo periodo di trattamento e dopo ripetuti contatti con il tuo medico non osserverai miglioramenti significativi, sarà opportuno rivolgersi ad uno psichiatra che, magari, potrà indicarti il medico stesso;

  • anche con lo psichiatra dovrai comportarti allo stesso modo: se per mesi, a fronte di una assente o molto modesta risposta terapeutica, non apporta alla terapia sostanziali cambiamenti (adeguamenti della dose, cambiamento di farmaco, potenziamento della terapia, ecc.), devi chiedergliene il motivo e, se non è convincente, consulta un altro psichiatra. Ricordati che la depressione è una malattia per la quale disponiamo di strumenti terapeutici che, se usati con la dovuta perizia, sono in grado di portare alla guarigione del singolo episodio nella quasi totalità dei casi ;

  • non tutti i depressi rispondono (o rispondono nella stessa misura) a tutti gliantidepressivi e possono esserci, perciò, delle difficoltà, ma cambiando opportunamente gli antidepressivi (ad esempio, con diverso meccanismo d’azione), in qualche caso potenziandone l’azione, ed in casi particolari ricorrendo anche a terapie alternative (ad esempio, TEC), si possono ottenere quasi sempre risultati soddisfacenti;

  • se hai ricadute o ricorrenze troppo frequenti, o se agli episodi depressivi si alternano fasi di mania o ipomania, è necessario affrontare con lo psichiatra il problema di una terapia con stabilizzanti dell’umore.

D: Ci sono altri consigli sul cosa fare o non fare quando uno è depresso?

R: Se uno è depresso, dovrebbe seguire alcune regole per rendere meno grave la sua sofferenza, per non fare cose sotto la spinta del pessimismo depressivo, ecc.

  • Accetta la tua depressione come una malattia (quale realmente è) senza lottarci (inutilmente) contro: la volontà è di notevole aiuto, ma deve essere accompagnata da un’adeguata terapia per ottenere i migliori risultati

  • Evita di prendere decisioni importanti circa il lavoro, gli affari, gli affetti, ecc. per non correre il rischio di commettere errori di valutazione (che potrebbero essere irrimediabili) sotto l’influenza della depressione

  • Se ti sembra che la tua memoria non funzioni come prima, prendi appunti, segnati le cose, in attesa che, con il miglioramento della depressione, la memoria torni a funzionare

  • Evita di stare da solo a lungo: i pensieri depressivi peggiorano quando stai da solo

  • È meglio che tu non ti impegni nella lettura o nello studio di argomenti difficili e complessi: quando si è depressi è difficile avere la necessaria concentrazione ed è meglio scegliere letture meno impegnative

  • Imponiti di fare ogni giorno una passeggiata fuori di casa

  • L’esercizio quotidiano, anche moderato e di qualsiasi tipo, aiuta a combattere la depressione

  • Se devi svolgere qualche lavoro o impegnarti in qualche attività, scegli il pomeriggio o la sera quando la tue energie ed il tuo interesse sono maggiori

  • Tieniti occupato il più possibile soprattutto con lavori manuali che non richiedono un particolare impegno mentale

  • La perdita di speranza ed i pensieri di suicidio sono frequenti nella depressione: parlane con qualcuno di tua fiducia, ti aiuterà a superarli

  • Se hai perso l’appetito (e magari anche il peso), fai piccoli pasti nutrienti e, se è possibile, preparati da altri

  • Se gli altri sono un po’ imbarazzati dalla tua depressione e non sanno che cosa dirti, non te ne meravigliare, è perché nessuno riesce a capire realmente che cosa si prova ad essere depressi, a meno che non l’abbia provato (o abbia curato molti depressi)

< precedente |

DOMANDE FREQUENTI
GENERALITA'
Che cos'è la depressione?
Come si presenta la depressione?
La depressione si presenta sempre allo stesso modo?
Qual è l'andamento della depressione?
Quali sono i Disturbi Depressivi?
Quali sono i Disturbi Bipolari?
Quali sono i sintomi tipici della Depressione?
Quali sono i sintomi tipici della Mania?
I sintomi della Depressione (e della Mania) sono sempre gli stessi in tutti i pazienti?
Come giunge il medico o lo psichiatra alla diagnosi di Depressione?
Se non esistono criteri oggettivi, com'è possibile che il medico o lo psichiatra possano formulare una diagnosi affidabile di Depressione?
QUADRI CLINICI
Che cos'è la Depressione Maggiore?
Che cos'è la Distimia?
Che cos'è la Depressione Bipolare?
E' diversa la tristezza, la depressione, che proviamo quando muore una persona cara, dal Disturbo Depressivo?
CAUSE DEPRESSIONE
Qual è la causa della depressione?
I Disturbi dell'Umore possono guarire spontaneamente?
Quali sono le alterazioni biochimiche cerebrali che si osservano nella Depressione?
Si può dire che la Depressione è una malattia del cervello?
Quali sono i rapporti tra gli eventi di vita e la Depressione?
Ci sono condizioni fisiche che possono scatenare la Depressione?
Ci sono rapporti, nella donna, tra la sfera ormonale sessuale e la Depressione?
E' necessario che ci siano eventi psichici, sociali o fisici perche' si manifesti la Depressione?
A quale età si presenta in genere la Depressione?
Perché la Depressione si manifesta spesso in certe stagioni?
La Depressione è una malattia ereditaria?
La depressione è un fatto più biologico o più psicologico?
TERAPIA DEPRESSIONE
Come si cura la Depressione?
Ci sono molte tecniche psicoterapeutiche, sono tutte ugualmente efficaci?
Che cosè la terapia cognitiva?
Che cosè la terapia interpersonale?
Qual'è il ruolo della terapia farmacologica nella depressione?
Come può una sostanza chimica modificare emozioni e sentimenti?
La causa della depressione risiede nell'alterazione di questi neuromediatori?
Possiamo fare diagnosi di depressione misurando in qualche modo questi neuromediatori?
Noradrenalina, Serotonina e Dopamina sono sempre alterate tutte e tre nella depressione?
Gli antidepressivi possono essere considerati tutti uguali tra loro?
Se la diagnosi è clinica e non possiamo stabilire quale/i neuromediatore/i sono alterati ed in che misura, con quale criterio viene scelto l'antidepressivo?
Quali sono i principali antidepressivi?
Come si spiega il fatto che sostanze con meccanismo d'azione così eterogeneo abbiano tutte un'attività antidepressiva?
Quali sono i rischi del trattamento con antidepressivi?
Quali obiettivi ci si propone con il trattamento?
C'è una strategia terapeutica della depressione?
Come si articola la prima fase del trattamento antidepressivo?
Una volta effettuato l'inquadramento diagnostico, si passa immediatamente al trattamento?
Quali sono le condizioni che possono rendere necessario il ricovero?
Se si decide per una terapia domiciliare, come ci dobbiamo comportare?
Nella prescrizione di un antidepressivo si devono seguire delle regole particolari?
Il trattamento antidepressivo può seguire altri percorsi?
Nel trattamento farmacologico della depressione si usano soltanto gli antidepressivi?
Se la depressione non risponde ai trattamenti, che cosa si deve fare?
Il trattamento antidepressivo può essere interrotto o deve essere continuato per tutta la vita?
Quali sono le indicazioni per il trattamento preventivo?
Come si attua il trattamento preventivo?
COSA FARE/NON FARE
Un mio familiare (un mio amico) soffre di depressione, posso fare qualcosa per lui?
Ci sono cose che è opportuno fare nel rapporto con il depresso?
Ci sono cose che è necessario evitare nel rapporto con il depresso?
Che cosa dobbiamo dire e non dire ad un depresso?
SONO DEPRESSO
Credo di essere depresso, che cosa devo fare?
Ci sono altri consigli sul cosa fare o non fare quando uno è depresso?

by F.Mengali 2004